Un pavimento in cotto è un gioiello che, se abbiamo la fortuna di avere in casa, dobbiamo trattare con la massima cura per evitare che si deteriori e che possa essere compromesso da macchie oleose, che se non trattate nel modo giusto, possono diventare permanenti ed intaccare per sempre il cotto antico.

Il cotto nella pavimentazione è presente sia nei rustici che nei casali tipici delle campagne italiane, ma spesso viene trovato anche negli appartamenti al centro delle nostre città, specialmente in toscana, dove la lavorazione di pavimenti in cotto è da sempre un’arte, tramandata da tempi antichi fino ad oggi.

Pulizia ordinaria del cotto antico

Per pulire efficacemente il cotto antico, bisognerà prima di tutto, fare attenzione a rimuovere la polvere accumulata sulla superficie. Il consiglio è quello di utilizzare dei panni antistatici: l’operazione, infatti, risulta più rapida ed efficace.

Il secondo passaggio sarà la pulizia con acqua, detergente e panno umido. Per quanto riguarda il detergente bisogna necessariamente evitare detergenti aggressivi che possano corrodere il cotto o lasciare macchie e aloni. Meglio utilizzare saponi neutri, dal ph molto basso, che puliranno in maniera efficace, ma naturale, senza intaccare le proprietà del cotto antico.

Per finire, ed avere un pavimento perfetto e lucido, come se fosse nuovo, si consiglia l’utilizzo di prodotti a base di cera d’api. Sul mercato è possibile trovarne di diverse qualità, l’importante è che vengano stesi in maniera uniforme utilizzando un panno asciutto, oppure, per velocizzare e semplificare l’operazione, è possibile utilizzare una lucidatrice, che ci farà risparmiare tempo, ottenendo risultati eccellenti.

Manutenzione periodica del cotto antico

Quello di cotto antico è un pavimento molto pregiato, che sta diventando molto raro, a causa delle ristrutturazioni scellerate degli anni passati, quando imperversava la moda dei materiali “moderni” e le persone avevano ancora poca sensibilità nei confronti dei rivestimenti antichi di pregio. Quindi, per preservare il cotto antico nel migliore dei modi, dobbiamo mettere in atto alcuni accorgimenti e procedere ad una manutenzione annuale abbastanza metodica. Quindi prima di tutto, almeno tre volte all’anno, è imperativo trattare il cotto antico con prodotti specifici, che nutrono i pori del cotto, lasciandoli respirare. Dobbiamo stare attenti a eliminare bene gli strati della vecchia cera, per evitare effetti strani e che al nuovo passaggio, non si formino aloni fastidiosi. Per questo scopo esistono dei solventi naturali e non aggressivi che possiamo utilizzare almeno una volta ogni sei mesi.

Villani: pulizia e ripristino pavimenti antichi

Villani Materiali di Recupero, si occupa di interventi di pulizia e ripristino di pavimenti antichi e superfici, sia in laboratorio che direttamente nell’abitazione del committente. Villani realizza varie tipologie di interventi, tra cui sabbiatura, a secco ed acqua, sia per superfici come pietre e cotto, ma anche su mattoni antichi. Presso il laboratorio di Villani, situato nelle colline vicino Siena, potrai trovare una vasta gamma di articoli antichi, tutti di provenienza italiana, tra cui mattoni, pavimenti in cotto, in pietra serena, ma anche complementi d’arredo e mobili. Visita il nostro sito, oppure per ricevere maggiori informazioni, contattaci ora!

English EN Français FR Italiano IT Русский RU